Giochi, Binetti: Bando scommesse? La regola d’oro è: tutto fermo. Niente accordi in questa legislatura.

La deputata Udc al VELINO: Baretta non ha la forza per provocare un cambiamento che destabilizzerà gli equilibri

1647 54 minuti fa fonte ilVelino/AGV NEWS Roma
Binetti AGF

Roma, 16:47 – 54 minuti fa (AGV NEWS)

Le concessioni per la raccolta delle scommesse sono scadute, da tempo. Ma il bando di gara per assegnare le nuove concessioni tarda ad arrivare. In attesa, spiega il Governo, dell’accordo in Conferenza Unificata sul riordino dell’intero comparto del gioco. Un’intesa che però non si riesce a raggiungere ormai da più di un anno. Il sottosegretario al Mef con delega ai giochi, Pier Paolo Baretta, assicura che entro il mese di giugno, o al massimo i primi di luglio, l’accordo si chiuderà. E che presto si faranno i bandi di gare per la raccolta scommesse. Non la pensa così Paola Binetti, deputata Udc e componente della Commissione Affari Sociali della Camera, da sempre attenta ai problemi legati al gioco d’azzardo patologico. Per l’esponente Udc l’accordo in Conferenza unificata non verrà raggiunto in questa legislatura “con buona pace dei giocatori che continueranno a pagare un prezzo altissimo per questa forma di ignavia che possiamo considerare una patologia cronica, progressiva e incurabile”.

“Chi tocca i fili muore. Tutto quello che riguarda il gioco e gli interessi legati al gioco, che siano interessi del governo, delle grandi concessionarie o della miriade di gestori, si auto-condanna all’implosione e al vuoto assoluto” osserva Binetti, interpellata dal VELINO. “Mi sembra che c’è una lobby così forte, articolata e diversificata, che è praticamente impossibile modificare gli assetti che si sono formati – aggiunge Binetti -. Questo non è un punto di equilibrio ma un punto di complicità. Il rinnovo delle concessioni per la raccolta delle scommesse potrebbe mettere in discussione gli interessi di qualcuno a vantaggio di qualcun altro. Quindi la regola d’oro è: tutto fermo. Non mi pare che il sottosegretario Baretta, che pure a parole ha ripetutamente dimostrato interesse e sensibilità sulla materia dei giochi, nei fatti abbia la forza  – conclude Binetti – per provocare quel cambiamento che inevitabilmente destabilizzerà alcuni equilibri e che creerà ulteriori livelli di tensione nel Governo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: