Bubbico: ‘Blue Whale, forte impegno di Polizia postale’

  • Luglio 7, 2017
  • Scritto da Amr

Il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico risponde in Senato all’interrogazione sul gioco online Blue Whale.

“La Polizia postale e delle comunicazioni in questi ultimi mesi ha prodotto un impegno molto profondo e determinato, tanto d’iniziativa propria, quanto sulla base di specifiche segnalazioni, con iniziative tese a valutare, anche attraverso il monitoraggio della rete Internet, l’effettiva portata di questo fenomeno, che desta allarme sociale e ha avuto una vasta eco sugli organi di informazione”. Lo afferma il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico, nel rispondere all’interrogazione sul gioco online Blue Whale presentata dal Movimento 5 Stelle e con la quale si sollecitavano iniziative in materia.

“L’attività della Polizia postale e delle comunicazioni – prosegue Bubbico – mira ad identificare persone o gruppi di persone eventualmente coinvolti in tale fenomeno, per prevenire l’esposizione di bambini e ragazzi ad un rischio per la loro incolumità connesso alla frequentazione della Rete. Nel contempo, ai medesimi fini, viene svolta una raccolta centralizzata delle segnalazioni.
La Polizia postale e delle comunicazioni ha ricevuto finora circa 170 segnalazioni relative al fenomeno. Gli accertamenti disposti, volti alla tempestiva localizzazione delle vittime, hanno fatto emergere che la percentuale dei casi qualificanti ipotesi di reato, come l’istigazione al suicidio o il procurato allarme, è inferiore al 5 per cento delle segnalazioni pervenute.
Informo che nel portale del commissariato di pubblica sicurezza online è stata resa operativa una stanza virtuale dedicata, per rivolgere consigli ai genitori e ai ragazzi e illustrare i pericoli emergenti in Rete, agevolare le segnalazioni e sensibilizzare gli utenti, anche grazie all’ausilio specialistico di psicologi della Polizia di Stato.
È peraltro evidente che la prevenzione di qualsiasi forma di uso distorto o pericoloso del web che costituisca espressione di disagio e vulnerabilità giovanile – compreso il fenomeno qui in esame – richiede anche il coinvolgimento attivo del mondo della scuola, delle famiglie e dell’associazionismo. In tal senso, la tematica della ‘Balena blu’ è stata inserita nella campagna che gli uffici della citata struttura specialistica della Polizia di Stato svolgono nelle scuole per un uso consapevole del web.

L’IMPEGNO DELLA POLIZIA POSTALE – Assicuro che la Polizia postale continuerà a monitorare assiduamente la rete Internet per prevenire e contrastare la diffusione di tale fenomeno, riferendo prontamente all’autorità giudiziaria sui contenuti di rilevanza penale eventualmente rinvenuti all’interno degli spazi e servizi di comunicazione online”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...