Betting italiano su del 46,7%: Bet365 leader online, Snaitech del retail

  • Luglio 27, 2017
  • Scritto da Ac

Dalle elaborazioni di GiocoNews.it sulla raccolta del betting emerge un settore in salute che genera un aumento delle entrate erariali del 46,7 percento.

 

Cresce il betting italiano, nonostante l’ippica, che continua a perdere appeal sui giocatori. E’ questo, in estrema sintesi, ciò che emerge da un’analisi delle elaborazioni di GiocoNews.it sui dati provenienti dagli operatori sulla prima parte dell’anno in corso. In particolare, il mercato globale delle scommesse (tra scommesse a quota fissa e virtuali, sia online che in agenzia) è cresciuto di circa il 46,7 percento tra gennaio e maggio, mentre l’ippica è diminuita di oltre l’11 percento.
Conducendo un’analisi più approfondita dei singoli segmenti che compongono il mercato del betting italiano – per quanto riguarda i giochi a base sportiva, ovvero, le scommesse a quota fissa, quelle a totalizzatore, più i concorsi a pronostici multipli e i cosiddetti “pool games” – registra una crescita del 47,5 percento della raccolta nei primi cinque mesi del 2017. A cui si aggiunge il trend positivo delle scommesse virtuali, con +39,2 percento nello stesso periodo, e il betting exchange che cresce ancora di quasi il 55 percento rispetto all’anno precedente. L’unico segmento in diminuzione, al solito, è quello dei giochi a base ippica, che nel periodo di riferimento diminuiscono dell’11,3 percento.

 

BENE PER L’ERARIO – Una crescita che fa bene anche all’Erario, tenendo conto che nei primi cinque mesi dell’anno, il contributo proveniente dai giochi a base sportiva è del 6,6 percento in più rispetto all’anno precedente, con 87 milioni contro gli 81,6 del 2016. A cui si aggiungono, poi, anche i 20 milioni delle scommesse virtuali (+28 percento sul 2016) e il mezzo milione dell’exchange (+56 percento). Mentre diminuisce, anche qui, il valore dei giochi a base ippica con un -12 percento rispetto al 2016.
LE QUOTE DI MERCATO – Guardando gli operatori, a dominare il mercato del betting, ovvero, il segmento delle scommesse a quota fissa nel suo complesso, sia fisico che online, è Bet365, con una quota di mercato – in termini di raccolta – superiore al 17 percento durante i primi cinque mesi dell’anno seguito da Snaitech, con circa l’11,5 percento ed Eurobet con l’11,3 percento. Poi c’è Sisal con un 8,8 percento e Lottomatica con l’8,7 percento. Subito dopo però si trova Planetwin (Sks365), con una quota nel periodo indicato dell’8,4 percento, seguito da Goldbet con poco più del 7 percento del mercato. Seguono Gamenet-Intralot con il 5 percento, quindi William Hill con il 2,9 percento, Betaland con il 2,6 percento, Bwin con il 2,1 percento e PaddyPower-Betfair con il 2.
Da notare, pertanto, la crescita dei concessionari “emergenti”, Planetwin, Goldbet e Betaland, che sono entrati sul mercato del gioco legale in seguito alla “sanatoria” del 2015. Il trend di crescita di Planet, in particolare, è dovuto alla migrazione, soltanto recente, delle reti di raccolta online, con i dati che si iniziano a “pesare” nelle stime ufficiali a partire dallo scorso febbraio, registrando un progressivo aumento (dallo 0,1 percento di quota di mercato dello scorso febbraio, per il solo segmento online, fino a superare il 10 percento a maggio). Mentre Betaland, di cui si stimano i dati della rete online ormai dallo scorso giugno 2016, si è stabilizzata attorno alla quota del 3,5 percento per quanto riguarda il canale telematico.
LE QUOTE DEL RETAIL – Guardando i singoli segmenti di fisico e online, però, le quote di mercato sono decisamente diverse. Il leader indiscusso nel settore del retail, infatti, continua ad essere Snaitech, con una quota di mercato superiore al 17 percento, seguito da Eurobet con il 13,7 percento e da Lottomatica/Better con il 13 percento. Poi c’è Planetwin/Sks365 con una quota del 12,7 percento, quindi Goldbet e Sisal con una porzione di mercato vicina all’11 percento, quindi Gamenet/Intralot con circa il 10 percento.
E QUELLE DELL’ONLINE – Sul fronte della raccolta online, invece, il gap è molto più marcato con Bet365 che domina la scena con quasi il 32 percento della raccolta proveniente dalla propria rete, mentre in seconda posizione, anche qui, c’è Eurobet con il 9,4 percento, quindi Sisal con il 7 percento. A seguire si trovano Snaitech con il 6,8 percento, William Hill con il 5,3 percento, Lottomatica con il 5, Planetwin con il 4,8 percento, Goldbet con il 4, Bwin con il 3,9 poi Betaland e PaddyPower/Betfair con il 3,6 percento.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...