Giochi: raggiunta all’unanimità intesa con il Governo su riordino del settore giochi

Dai nostri inviati – Fumata bianca in Conferenza Unificata: Regioni ed Enti locali, dopo lunghi mesi di discussioni e rinvii – l’ultima riunione prima della pausa estiva, lo scorso 3 agosto, si era conclusa con la proposta di fare ulteriori limature al testo -, grazie ad un attento lavoro di mediazione da parte di Baretta, hanno infatti accolto all’unanimità oggi la proposta per il riordino del settore dei giochi avanzata dal Governo, presentata dal Sottosegretario al Mef Pier Paolo Baretta. Intesa completa dunque sul ridimensionamento dell’offerta di gioco, sulla sua qualificazione e sulla lotta alla ludopatia. Nei prossimi tre anni saranno dimezzati gli attuali 98 mila punti gioco con lo scopo di ridurre, e non proibire, il gioco. Le AWP saranno ridotte del 35% a 265 mila macchine dalle attuali 407 mila: ciò significa togliere definitivamente dal mercato attraverso un processo di rottamazione 142 mila macchine così suddivise: 125.000 AWP da bar e tabacchi (oggi ne sono installate 229.000) e 17.000 dai generalisti secondari. La sostituzione per rottamazione delle AWP rimanenti (265.000 circa) con le AWPR (controllate da remoto) avverrà entro il 31 dicembre 2019. A Regioni ed enti locali spetterà il compito di definire, nei rispettivi piani urbanistici, criteri che permettano un’equilibrata distribuzione nel territorio, tra cui le distanze minime da luoghi ritenuti sensibili, con lo scopo di evitare che si creino zone dove il gioco pubblico sia o totalmente assente o eccessivamente concentrato e di garantire l’operatività dell’assetto a regime. Ulteriori misure contenute nel documento riguardano la certificazione dei punti gioco con accesso selettivo; l’introduzione della tessera sanitaria per poter giocare; l’allungamento dei tempi di gioco per contrastare la compulsività; la riduzione a 100 euro delle banconote che possono essere introdotte nelle VLT; nonché lo stop al gioco per sei ore al giorno e il potenziamento delle attività di prevenzione e contrasto della Polizia locale. Con la firma oggi in Conferenza Unificata si accelera il processo per l’emanazione dei bandi di gara ancora in sospeso, come per il bingo e le scommesse: come dichiarato ad Agimeg nei giorni scorsi dal Sottosegretario Baretta, “entro il prossimo mese di ottobre si farà un decreto del Ministro”. cr/AGIMEG

Fonte originale AGIMEG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...