Avv. Agnello (legale Stanleybet) ad Agimeg: “A Vibo Valentia i ctd Stanleybet sempre assolti perché il bookmaker è stato ostacolato nell’accesso a sistema concessorio”

“A Vibo Valentia, il Tribunale del Riesame e i giudici monocratici, hanno sempre dissequestrato e assolto i ctd collegati a bookmaker esteri ostacolati nell’accesso al sistema concessorio, laddove viene dimostrata la violazione dei principi comunitari”. E’ quanto ha dichiarato ad Agimeg l’avvocato Daniela Agnello, legale di Stanelybet, commentando la sentenza del Tribunale di Vibo Valentia, che ha assolto il titolare di un ctd, accusato del reato di esercizio abusivo di attività dei trasmissione dati per via telematica di scommesse sportive. “Stanleybet ha ottenuto numerosi casi di assoluzione e dissequestro negli ultimi 14 anni a Vibo Valentia, questo è solo l’ultimo in ordine di tempo, anche se non riguarda un nostro ctd. A seguito delle gare, sia Bersani che Monti, ci sono sempre stati provvedimenti favorevoli di assoluzione con formula piena perché il fatto contestato non sussiste, con conseguente dissequestro del locale e di tutto il materiale informatico. Il Tribunale ha sempre disapplicato la sanzione penale per la prevalenza del diritto eurounitario così come interpretato dalle diverse sentenze della Corte di Giustizia che hanno esaminato l’operatività dei centri StanleyBet e hanno riconosciuto il contrasto con la normativa italiana”, ha concluso l’avvocato Agnello. cr/AGIMEG

Scommesse, Tribunale di Vibo Valentia assolve titolare di un ctd collegato a bookmaker senza concessione e privo della licenza di Pubblica Sicurezza

Il Tribunale di Vibo Valentia ha assolto un 62enne di Zungri, accusato del reato di esercizio abusivo di attività di trasmissione dati per via telematica di scommesse sportive. L’uomo gestiva un centro collegato con un bookmaker maltese in assenza di concessione italiana e non aveva mai chiesto la licenza di pubblica sicurezza. La difesa ha posto l’accento sul contrasto delle norme nazionali in tema di raccolta di scommesse con i principi comunitari inderogabili e sull’applicazione in tal senso delle numerose sentenze di legittimità e di merito dei tribunali e della Corte di cassazione orientate verso l’assoluzione degli imputati soggetti al libero esercizio di attività e scommesse che non abbiano avuto la prescritta autorizzazione. Il Tribunale ha disposto anche il dissequestro di tutto il materiale informatico presente nel locale. cdn/AGIMEG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...