I CODICI ETICI BANCARI DEL SETTORE GIOCO E SCOMMESSE – ALTRO PROBLEMA DA EVIDENZIARE

legge uguale

 E’ ormai noto che, che gli istituti bancari aderenti all’ABI, per loro codici etici, si rifiutano di finanziare le imprese che gestiscono sale gioco e sale scommesse. Ed è sicuramente una discriminazione da superare.

Anche, in questo, caso, però, se si vuole agire per vie legali, c’è come quello dello stazionamento e schedatura temporanea di 14 gg, evidenziato nel mio articolo del 20 Maggio 2020, un aspetto da non sottovalutare.

IL PROBLEMA DEI SOTTOBANCHI

Vengono, comunemente, chiamati sottobanchi le attività illegali con offerte di gioco su piattaforme di bookmakers.COM, con sedi all’estero e ultimamente in paradisi fiscali come Curacao, molto spesso utilizzati sia da negozi e agenzie ADM, sia da CTD di bookmakers, attualmente ancora discriminati dai bandi con sentenza della CJEU, e sia da internet point con PVR, ufficialmente, ADM.

Contrariamente, a quanto comunemente creduto, i sottobanchi esistevano già nel 2000, ed erano utilizzati da molti piccoli concessionari diretti con provider SNAI, ed erano proposti da tecnici informatici che consigliavano di collegare uno dei terminali di sala, del tipo Start5000newTG a un server interno e non collegato alla SOGEI, in modo tale da eludere l’imposta unica delle scommesse che passavano attraverso quel terminale, il costo dell’1,2% del provider, e le tasse sul reddito che ne derivavano, tanto i concessionari bancavano ugualmente al 100%, assumendosi l’intero rischio. L’unica avvertenza era quella di scaricare le vincite di quel terminale, nel terminale stesso e non in altri. Il trucco cessò quando i Monopoli di Stato, nel loro sito, istituirono il controllo degli esiti di ogni scommessa, inserendo il codice SOGEI.

Solo in seguito, furono inventati i sottobanchi che inviavano le scommesse a siti web esteri, che quando venivano individuati dai monopoli venivano oscurati, ma il problema era facilmente aggirabile.

Il primo pentito a rivelare il sistema dei bookmkers.COM, poi gestite da organizzazioni criminali collegati alle varie mafie, fu LILLO POKER (Pasquale Chirico Pratticò), come riportato in un articolo del mio BLOG del 27 Novembre 2015:

Gambling, Il racconto di Pasquale Chirico Pratticò ha permesso di ricostruire il sistema gestito da “Mariolino” Gennaro. “Lillo poker” va ai domiciliari.

E’ altresi noto, che ulteriori particolari furono spiegati prima dallo stesso Mario Gennaro, anche lui pentito, e dopo da un altro pentito siciliano.

Ovviamente le Procure Distettuali Antimafia, e gli organi di Polizia, conoscono bene il problema, che ha poi portato allo smantellamento di decine di imprese delinquenziali in questo settore, non un’ultima la cosiddetta “Operazione Galassia” che ha coinvolto i precedenti proprietari della PlanetWin365.

Da qui, una buona parte del settore, direi un 25percento, utilizza i sottobanchi, cosa che ho denunciato pubblicamente nei dettagli in un mia intervista, del primo Aprile 2016 su GiocoNews, in cui tra le altre cose consigliavo di verificare le CRONOLOGIE DEI COLLEGAMENTI WEB dei PC esistenti nelle agenzie e nei PVR. Consiglio che fortunatamente, subito dopo, venne accolto nei controlli di ADM e della Guardia di Finanza.

SCOMMESSE E CTD, PARLA LA RETE: ‘PIÙ CONTROLLI E COMPLETARE ALLACCIO AL TOTALIZZATORE’

 L’articolo fece parte di una serie di mie iniziative, appoggiato solo da un centinaio di gestori AAMS, riuniti in un gruppo facebook “AtlantisScommesse” per combattere tutte le illegalità del settore, compresi quelli  dei bookmakers sanati e che ritardavano a collegarsi alla SOGEI, continuando a fare scommesse da un euro e sistemi con colonne a un centesimo. Furono inviate email al senatore Mirabelli (PD) in primis, e a tutti gli altri senatori.

Mi chiedo, cosa facevano nel 2016, tutti i concessionari e i gestori che solo oggi si stanno svegliando, quando facevo queste battaglie quasi da solo, ottenendo discreti risultati.

 Ovviamente, per aver combattuto, specialmente nel Forum Internazionale Infobetting, col nickname “scommettitore siracusano” quasi tutti i bookmakers illegali e le concessionarie ADM che con il loro PVR facevano fare anche scommesse da banco, facendo concorrenza sleale, ho ricevuto numerose minacce e diffide ufficiali di avvocati.

https://www.infobetting.com/forum/viewforum.php?f=1

Ancora oggi, conoscendo, forse meglio di chiunque altro, il settore dei sottobanchi, propongo una battaglia contro di loro, e con i controlli sulle transazioni finanziarie e gli agenti sotto copertura, previsti dall’ultima finanziaria è finalmente possibile, come spiegato in un mio articolo su PressGiochi del 12 Maggio 2020:

Crisi settore scommesse e guerra ai bookmakers.com

Bisogna anche togliere l’equivoco di equiparare le scommesse presso i grandi bookmakers asiatici, in cui gioca una percentuale ridotta di scommettitori (non più del 4%), e quelli gestite dalle mafie che operano tramite i sottobanchi. Le scommesse sui bookmakers asiatici difficilmente si possono eliminare, ma i sottobanchi gestiti dalle mafie, si.

Se si combatte, quindi, tutti insieme questa battaglia di civiltà, allora e solo allora, si può invocare la discriminazione dei codici etici. Oggi purtroppo il settore è molto infiltrato da questi fenomeni, che generano riciclaggio, usura e sovvenziona le mafie. E decine e decine di operazioni giudiziarie lo dimostrano.

 Le banche, a priori, non possono sapere se un gestore di sale gioco e scommesse fa i sottobanchi, o è un prestanome di organizzazioni criminali, o subisce con metodi mafiosi le imposizioni di slot e sottobanchi.

Secondo il mio parere, vincere una causa civile, oggi, diventerebbe così molto aleatorio, anche se la maggior parte dei gestori sono persone oneste e rispettabili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...